Marquee
Storia
Sito Ufficiale Coro SCAM
Repertorio
Organico
Storia
Agenda
Home
Photo
Contatti
Link
Sponsor
CENNI STORICI E GEOGRAFICI

Il cantone Ticino, territorio svizzero a nord delle province di Como e Varese
Incastonato fra il lago Maggiore e il Ceresio si protende verso nord con le sue valli e pascoli fino alla cresta alpina che fa da spartiacque fra il Mediterraneo e le pianure dell’Europa centrale.
La valle Leventina (e Giornico) chiamata fin dal Medio Evo “La via delle genti” sono state e lo sono tutt’ora il più importante corridoio di transito nord-sud d’Europa.
In tutta l’area latina e nelle regioni alpine sin dai tempi remoti era usanza popolare l’espressione corale tipica di canto spontaneo che, unito a quello liturgico scandiva i momenti della vita della gente semplice.
Il canto popolare lombardo-piemontese.
Tuttavia, nei secoli scorsi a seguito di eventi bellici, emigrazioni e in particolare con l’avvento di grandi opere ferroviarie e idrauliche le forze-lavoro impiegate nei cantieri e nelle cave di granito portarono i canti di lavoro della Toscana, della pianura Padana, delleTre Venezie ed anche da altre regioni della Penisola.

LE ORIGINI

Dopo il 2° conflitto mondiale, per la ricostruzione dell’Europa necessitavano di materie prime.
Così nel 1946 a Giornico sorse la Monteforno SA; un’acciaieria che raggiunse nei tempi di maggior sviluppo,
oltre 1000 impiegati, in prevalenza svizzeri e italiani.
Fu proprio all’interno della fabbrica che nel settembre del 1963, per puro caso avvenne la nascita del
coro SCAM (Società Corale Aziendale Monteforno).
Infatti, l’avv. Raimondo Peduzzi, (Pretore di Faido), già dir. di cori parrocchiali, durante una sua visita all’acciaieria, da uno spunto di suo cugino Bruno Gatti e della collega Lina Grassi addetti all’infermeria raccolse la sfida.
Venne affissa all’albo della mensa una breve circolare che invitava tutti gli interessati ad una prima riunione consultiva:
Nella sala mensa ne arrivarono oltre 40! Si sparse la voce e alla successiva Assemblea Costitutiva (erano più di 60) venne eletto il 1° Comitato SCAM e redatto lo Statuto della società.

OLTRE 50 ANNI

Raimondo Peduzzi condusse la SCAM per quasi 40 anni.
Nel 1994, con la chiusura dell’acciaieria Monteforno SA, l’allora Comitato  e il Mo Peduzzi convocarono i Soci Attivi del coro, (da sempre composto solo da voci maschili) per decidere il futuro della SCAM.
I coristi vecchi e nuovi vollero continuare e il Mo Peduzzi fu ben felice di continuare a dirigere la sua creatura.
Venne deciso di cambiare nome mantenendo l’acronimo SCAM in
Società Corale Amici della Montagna.
Nel 2003 il Mo. Raimondo Peduzzi lasciò la direzione artistica e gli successe il Mo. Giotto Piemontesi al quale, dopo un decennio di successi gli è subentrato il Mo. Andrea Cupia.
In questi ultimi anni, sotto la guida del Mo. Andrea Cupia la compagine si è ulteriormente consolidata sia nel numero dei soci attivi sia per la qualità artistica delle performances e nel repertorio, che abbraccia, accanto ai brani popolari anche alcuni brani classici e di autori moderni.
La “SCAM” ha tenuto oltre 600 concerti e concorsi di canto in Svizzera e all’Estero.
Innumerevoli apprezzate apparizioni alle Radio e Televisioni.
Ma indimenticabili riemergono gli incontri nel 1982 a Faido con gli allora presidenti della Confederazione Svizzera
Kurt Furgler e della Repubblica Italiana Sandro Pertini, che con entusiasmo invitò il coro SCAM a Roma.
E nelle sale austere del Quirinale si sentì riecheggiare il canto “Bella ciao” tanto caro al Presidente-partigiano.
Altrettanto indimenticabile la presenza del coro SCAM a EL Alamein (Egitto)
e Cefalonia-Argostoli (Grecia) per commemorare con i reduci di tutte le armi
Il 40° di quelle sanguinose battaglie.
Molteplici partecipazioni della SCAM a concorsi canori in Svizzera e Italia, apprezzati da pubblico e critica.
Da ricordare i forti rapporti di amicizia che legano la SCAM con la Sardegna, dalla quale provenivano alcuni validi coristi;
La SCAM è stata presente più volte alla Cavalcata sarda a Sassari, ed ha tenuto applauditi concerti in diverse località dell’isola.
Con il Trentino (Coro Dolomiti, Trento), la Valtellina (Coro Montagne mie, Chiuro) e coro ANA, Sondrio).
Con la Germania (Männerchor Obermohr, Pfalz) e con la Comunità di Bleibach, Freiburg).
Di recente esecuzione, uno spettacolo canoro unico, ironico, di qualità, interpretato con gli “Italian Harmonists”; cinque cantanti del Coro del Teatro alla Scala di Milano, accompagnati da un pianoforte.

IL FUTURO

La SCAM, con il suo organico in continua evoluzione e sotto la spinta del suo volitivo e dinamico direttore artistico Andrea Cupia proseguirà, nel solco tracciato dai fondatori; non tralasciando però di percorrere anche strade più moderne nell’universo della musica corale e d’autore, sempre nell’intento di coinvolgere all’ascolto le vecchie e nuove generazioni.